“Dall’Homo Sapiens all’Homo Facebook”

sergio,consani,vertigo,spettacoli

 

“Dall’Homo Sapiens all’Homo Facebook” è un monologo che ho scritto per il teatro e che andrà in scena al Teatro Vertigo di Livorno il 21 maggio alle 21,30. Il monologo è il percorso semiserio della musica, la comunicazione e l’amore attraverso i secoli, interpretato da Marco Conte, attore eclettico e di grande sensibilità. Sul palco ci sarà anche il mio gruppo, il “Jazzin’ in Blue Jeans Quartet”, che farà da colonna sonora. Oltre a me alla batteria, ci saranno Anna Rubini, vocalist; Max Fantolini, piano; Giulio Boschi, basso e contrabbasso. Il Teatro Vertigo è in Via del Pallone 2, nel quartiere La Venezia e per prenotare i biglietti basta chiamare al numero 0586/210120. La locandina è disegnata da Luciano Bernasconi, grande fumettista e amico.

Aggiungo che domenica 17 giugno replicheremo lo spettacolo alla Fortezza Vecchia, a Livorno. Ore 21,30. Tel. per prenotazioni: 347/6062521.

“Dall’Homo Sapiens all’Homo Facebook”ultima modifica: 2012-05-12T10:45:00+02:00da sergio0591
Reposta per primo quest’articolo

Commenti

“Dall’Homo Sapiens all’Homo Facebook” — 7 commenti

  1. Strafelice che sia andata bene…detta tra noi…non avevo dubbi ;-))

    L’Arte e i trascorsi non sono acqua ;-))

    Buon inizio settimana Sergio ;-))

  2. Ero pronto a farti gli auguri ma ho letto il commento qua sopra, di Stefania, una tua spettatrice entusiasta! Credo, quindi, sia più “azzeccato” complimentarmi con te per questa tua realizzazione e, magari, chissà che non passi per Roma e possa aggiungere anche un mio commento! Te l’auguro (di presentare il tuo spettacolo a Roma, mica del mio commento!!!!!)

    Ciao Sergio.

  3. Grazie Stefi per i tuoi (sinceri) complimenti. E’ stato uno spettacolo emozionante, con il giusto equilibrio, dove Marco ha recitato senza sbavature e noi, devo dire, abbiamo suonato “con il cuore”, tanto per essere retorici. Adesso lo proporremo in altri teatri, e non molleremo, stai tranquilla!

  4. Ciao Sergio
    quanto tempo che non passavo dal tuo blog…
    mi piace di più, visto che abitiamo nella stessa città essere tua amica di “ciccia”
    Oggi ho fatto capolino perché volevo dirti pubblicamente che ieri sera al tuo spettacolo mi sono divertita ed emozionata!
    Un bell’esperimento, mi viene da dire… ben riuscito!
    Da bravo musicista, metti il ritmo in maniera certosina anche nella penna, e il monologo di Marco Conte è stato un crescendo di contenuti, emozioni e risate!
    Bravo! Lo so è riduttivo, bravo vuol dire tanto e niente
    Ma ti dico BRAVO!
    L’umorismo finale ha spazzato via l’amarezza che ho avvertito nelle parole recitate, un amaro che fa parte della vita e che haimè… senza non potremmo apprezzare i momenti belli!
    Credo che il plauso che ti è arrivato sia meritato, so che non molli e che metti passione in quello che fai, in quello che credi, e ieri sera hai avuto il giusto riconoscimento!
    che sia un inizio!
    Lo spettacolo è alto, di contenuti e musicalmente, e direi nella forma originale!
    Portalo in giro, bussa e ribussa, rompi “gli zibidei” a tutto il mondo!
    Vale la pena regalarlo a tante persone, a tanta gente, al mondo! Che viva!
    un abbraccio e grazie…
    quando si riceve emozioni credo sia il minimo ringraziare…
    Alla prossima birretta!
    Stefania

  5. Aspetto la relazione sul dopo spettacolo e … in questi casi vale proprio “in culo alla balena”.

    PS
    Mi sono rifiutata di andare al salone del libro per non correre il rischio di incontrare la fornero o suoi colleghi…mnch Sergio…erano tutti li. ;-))

    Buona serata Sergio ;-))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *