Archive from giugno, 2008
Giu 17, 2008 - musica    54 Comments

Musica e parole

http://sergioconsani.myblog.it/media/02/02/9810566a1742c819f364b66cbf3cba22.wma
Già… musica e parole. La mia decisione presa qualche anno fa di smettere di suonare professionalmente e lasciata a qualche altro batterista (che non aspettava altro!) l’opportunità di suonare con Morricone, Piovani, Bacalov, Donaggio, De Sica, e compagnia bella, è stata rimpiazzata dalla voglia di scrivere. Quindi… dalla musica alle parole. Ma la musica fa parte di te, non puoi né rinnegarla né dimenticarla. Per questo, qui a Livorno, ho formato un gruppo jazz (potete vederlo nell’album fotografico), “Jazzin’ in Blue Jeans”, con il quale ho provato per alcuni mesi, mettendo su un repertorio di standard jazz. Ora siamo pronti. Anna Rubini, vocalist; Massimiliano Fantolini, piano; Stefano Del Bono, contrabbasso; ed io alla batteria. Bene, adesso ci manca il debutto, che non sarà facile, per una semplice ragione: i locali dove si può suonare jazz sono rari come i quadrifogli. Questo post potrà servire anche a pubblicizzare il nostro gruppo, e il che non guasta. Forza, gestori di locali, fatevi sotto se avete coraggio!

E se volete ascoltare un grande della musica, premete Play e sentirete Miles Davis con la sua tromba in ‘Round Midnight. Un pezzo che suoniamo anche noi, e Annamaria lo canta come se fosse uno strumento…

Giu 10, 2008 - blog life    27 Comments

Esiste davvero questo Karma?

b046b389091ebf235f413245d07c52d4.jpg

Prendo spunto da un commento di Linda. Di solito sono i buddisti a credere al karma, alla possibilità di una reincarnazione per evolvere il proprio spirito, fino a raggiungere l’apice di una scala che nessuno sa dove porta. Ma nessuno può sapere con certezza cosa ci sarà “dopo”. Chi è dogmatico non ha il senso della realtà né di quante possibilità ci potrebbero essere una volta che lasceremo questo nostro mondo. Possiamo solo teorizzare, immaginare, cercare, pensare: ma non avremo mai la certezza dell’esistenza di Dio, della reincarnzione, del buio, del nulla, se non poi. E’ vero che ci sono persone che hanno vissuto alcune esperienze attraverso le quali “hanno visto” qualcosa, e si sentono perciò in diritto di raccontarcele e di spronarci a credere alle loro parole. Istintivamente credo in altre vite, istintivamente credo in incontri difficili da immaginare casuali, istintivamente credo a quegli sguardi attraverso i quali leggi un passato che ti appartiene. E allora capisci che con quella persona devi concludere o portare avanti un cammino iniziato precedentemente. Ma sono solo sensazioni o c’è davvero una verità sconosciuta che per noi è impossibile da decifrare? Mi piacerebbe molto essere sicuro di quello che dico, invece dubbi atroci mi impongono di continuare a cercare piuttosto che dire “è così e basta”.

Giu 7, 2008 - Senza categoria    No Comments

Jazzin’ in Blue Jeans


Jazzin’ in Blue Jeans Quartet è formato da: Anna Rubini, vocalist; Max Fantolini, piano; Giulio Boschi, contrabbasso; Sergio Consani, batteria.