Impìccati!

cappio.jpg

Stava per uscirmi spontaneo ieri, ma l’ho solo pensato, per rispetto all’età. Si sa, in questi giorni tutti parliamo di crisi, di riforme, di Monti. Diciamo che sono sempre i soliti a pagare e che è difficile andare a colpire i patrimoni, quelli veri, quelli dei ricchi per davvero. Diciamo che non se ne può più, che la gente non arriva alla fine del mese, e così via. Tutte cose vere. Vero anche quando in tv, nei soliti talk-show, si chiede come mai la Chiesa non paga la tassa sulle proprietà immobiliari e non si ha mai una risposta precisa, decisa, convincente. Questo dà ancora una volta l’immagine del Potere che se ne frega di noi poveri comuni mortali. A loro non si possono toccare i patrimoni, neanche la politica ci riesce, neanche i tecnici che ci governano ora. E quindi aumentiamo la benzina e ritocchiamo le pensioni. Bravi. La tassa sulle auto di lusso e le barche? Ah! Ah! Ah! Rido. Gli fa un baffo quella tassa a chi c’ha uno yacht! Comunque… veniamo a noi. Ieri, dicevo, stava per sfuggirmi un “impiccati!”, perché ero in una gioielleria (per lavoro) e, parlando del più e del meno, con questa signora di una certa età, discutevamo, come al solito, di crisi e riforme. “Eh… è un momento tremendo…”, mi fa, “la situazione è grave. Pensi che per l’altro negozio che ho in centro, che è di 170 metri quadrati, ora dovrò pagare un sacco di soldi. E poi anche questo negozio, e poi la casa. Non solo… mi tocca anche pagare l’Ici della casa che ho nell’isola di… X!”. Ho tagliato corto, non le ho risposto e me ne sono andato. A questa gente mi viene semplicemente da dire, oltre al fatto che un bel cappio intorno al collo non guasterebbe: ma perché non ve ne andate gentilmente un po’ affanculo?

Impìccati!ultima modifica: 2011-12-07T18:56:28+01:00da sergio0591
Reposta per primo quest’articolo

Commenti

Impìccati! — 6 commenti

  1. Ciao Sergio…posso unirmi alle tue buone intenzioni?

    Inteso, cappio e vaffanculo.

    Sto aspettando di vedere quanto resterà delle buoni intenzioni del governo Monti, man mano che i giorni passano la manovra si spoglia lasciando solo quella parte di tassazione ben descritta da Ettore Petrolini:
    BISOGNA PRENDERE IL DENARO DOVE SI TROVA, PRESSO I POVERI, HANNO POCO, MA SONO IN TANTI.
    Spero la gente che sarà chiamata a stringere la cinghia se ne ricordi alla prossima tornata elettorale.
    Che si ricordino che se Monti la deve far pagare tutta a noi la colpa è di chi non vuole la patrimoniale e il taglio degli stipendi alla casta.

    Buon pomeriggio Sergio ;-))

  2. Ciao Sergio. Ma dove sta l’equità tanto sbandierata da Monti? E poi ogni giorno ce n’è una nuova, di notizia si intende, e non se ne può più. Non sopporto, specie in questo periodo natalizio, quei programmi o quelle pubblicità che ostentano certi beni di lusso, da comprare anche in comode rate. Quelli come la signora della gioielleria, forse, se ne fanno un baffo, loro sanno già a chi rivolgersi per i loro beni di lusso, ma la gente comune, che rimane incollata alla TV, trova tutto ciò piuttosto di cattivo gusto; coi tempi che corrono, dicono, non abbiamo il posto di lavoro sicuro, altri non ce l’hanno e la fine del mese è a metà mese. Io ho provato cosa significa fare i salti mortali per vivere dignitosamente. E’ successo una decina di anni fa, proprio in questo periodo dell’anno, di trovarmi, a 40 anni, a casa, in mobilità e il marito in CIG.
    Sergio, Passa un sereno Natale!:-(

  3. … considerato il momento, la signora è stata fortunata! Fossi stato al tuo posto, non avrei resistito.

    Ciao Sergio e buona serata. Capisco anche, tuttavia, che per lavoro spesso bisogna mandar giù anche bocconi amari! Queste persone, probabilmente accecate dal loro mondo fatto di lussi, hanno perso il senso della realtà. Se per lei è un momento tremendo, dovrebbe pensare a chi, sempre in questo momento, non sa se avrà la pensione di 1000 euro bloccata a quel valore per i prossimi due anni e, magari, dovrà anche pagare l’ici sulla sua unica casa. D’altra parte, da un mondo che se ne fotte del prossimo, non ci si può aspettare reazione diversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *